Il 15 Novembre prossimo, dalle 9 alle 17, si svolge alla Farnesina la Conferenza Internazionale dedicata alle Città d’Africa

 

La crescita delle città, in Africa in particolare, è di estrema attualità e rilevanza. Sulla base delle stime ONU, infatti, entro il 2050 oltre la metà della popolazione africana si sposterà all’interno di agglomerati urbani. Una gestione ottimale dell’urbanizzazione rappresenta pertanto un aspetto fondamentale per uno sviluppo economico, sociale, ambientale e securitario del continente.

Alla Conferenza, che si propone di fornire uno spazio di dibattito e di confronto sulle sfide e le opportunità poste dai rapidi processi dell’urbanizzazione, prenderanno parte Ministri e Sindaci africani, ricercatori, architetti di rilevanza internazionale e rappresentanti del settore privato.

Pensata nell’ambito della cornice offerta dall’Iniziativa Italia-Africa quale appuntamento di medio termine tra la prima e la seconda edizione della Conferenza Ministeriale Italia-Africa, la Conferenza mira a rafforzare la partnership paritaria e sostenibile con il continente africano evidenziando sia le positive esperienze africane, dalle quali trarre utili lessons learnt, sia il contributo che l’Italia può dare ai Paesi africani nell’affrontare la sfida della crescita urbana, in un biunivoco rapporto di scambio di riflessioni e pratiche.

La Conferenza prevede nella mattinata una sessione plenaria, i cui lavori saranno aperti dal Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Angelino Alfano, e successivamente tre sessioni tematiche parallele, dedicate rispettivamente allo Sviluppo economico, ai Profili sociali e ambientali della Sostenibilità e alla Promozione dei processi istituzionali e securitari. Nel pomeriggio saranno presentate le conclusioni dei tre panel tematici e la Conferenza sarà chiusa alla presenza del Vice Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Mario Giro.

L’obiettivo è di confermare l’interesse e la rinnovata attenzione dell’Italia verso l’Africa, nel pieno rispetto dell’ownership africana e in un’ottica di dialogo, individuando nella governabilità del processo di urbanizzazione attualmente in corso nel continente un ambito strategico di scambio all’insegna del raggiungimento di risultati sostenibili e duraturi, facendo riferimento agli obiettivi previsti dall’Agenda 2030 e dall’Agenda 2063, che riconoscono pace, sicurezza e sviluppo come temi strettamente correlati.