Il rapido processo di urbanizzazione e i paralleli alti tassi di crescita demografica in corso nel continente africano rendono prioritario affrontare questioni di ordine sociale e istituzionale affinché tali problematiche siano guidate prima che diventino ingestibili: è il tema del panel della Conferenza del 15 Novembre sulla “Promozione dei processi istituzionali e securitari –  Le città come elemento di stabilizzazione”.

Secondo le Nazioni Unite l’Africa ospita infatti alcune delle città più diseguali al mondo, con una sperequazione nella distribuzione della ricchezza tra le più alte del pianeta: una divisione sociale che sta rafforzando anche la divisione spaziale all’interno delle città dando vita a fenomeni di segregazione che pongono un rischio crescente alla coesione sociale dei centri urbani con potenziali conseguenze sulla sicurezza e sulla fragilità urbana.

A presiedere il panel sulla “Promozione dei processi istituzionali e securitari” sarà il ricercatore dell’ISPI e professore all’Università degli Studi di Milano, Giovanni Carbone. Tra i discussant che hanno confermato la loro partecipazione all’evento del 15 Novembre, e in particolare al panel su pace e sicurezza, figurano: il sindaco di Mogadiscio (Somalia), Thabit Adbi Mohamed; il sindaco di Bamako (Mali), Adama Sangare; il sindaco di Brazzaville (Rep. del Congo), Christian Roger Okemba; l’architetto ugandese e professoressa all’Università di Makerere, Assumpta Nnagenda-Musana; e il presidente di Amref Health Africa, Mario Raffaelli.